“TUTTO SULLE COSTRUZIONI IN ZONA SISMICA”

Analisi, Progettazione, Verifiche

Per chiarire ogni dubbio e conoscere come applicare le norme in modo corretto, è previsto un corso intensivo che in soli 3 giorni intende informare ed aggiornare sui diversi elementi basilari della legge, quali: la corretta classificazione delle zone sismiche, i metodi per individuare e conoscere gli stati limite, i criteri di progettazione e costruzione antisismica, l’analisi strutturale, nonché le tecniche di calcolo che sono alla base della Normativa.

Il corso fornisce tutti i contenuti tecnici per arrivare preparati ai cambiamenti imposti dalle normative del settore: i principi per il progetto, l’esecuzione e il collaudo delle costruzioni, nei riguardi delle prestazioni loro richieste in termini di requisiti essenziali di resistenza meccanica e stabilità. Durante le 3 giornate saranno chiariti tutti i dubbi riguardo ai criteri generali di progetto, le caratteristiche dei materiali e dei prodotti e, più in generale, TUTTI gli aspetti attinenti alla sicurezza strutturale delle opere.

Il corso è stato stu in profondità i nuovi requisiti di sicurezza ed i criteri di verifica da applicare alle strutture.diato appositamente per consentire agli “addetti ai lavori”di aggiornarsi sulla normative in continua evoluzione.

L’analisi di casi di studio reali e concreti rende completa la trattazione dell’argomento mostrandone l’applicazione in scenari reali.

Il Corso è rivolto a Tutte le figure coinvolte nella progettazione e costruzione di edifici, opere o ponti in zona sismica; a coloro che già lavorano nel settore e che, oggi più che mai, dovranno necessariamente conoscere molto

Uno SCONTO SPECIALE di € 150 sulla quota di iscrizione, è riservato in esclusiva a tutti i soci ANIDIS. 

Il corso si terrà a Roma nei giorni 9, 10 ed 11 Novembre 2010.


“NUOVI MATERIALI E TECNOLOGIE PER IL CONSOLIDAMENTO STATICO NELLE COSTRUZIONI”

Nel settore delle costruzioni, principale obiettivo è la sperimentazione e l’applicazione di NUOVI MATERIALI e la messa a punto di metodi innovativi di diagnostica per il rinforzo strutturale delle opere.

I fibrorinforzati sono materiali molto promettenti nell’ingegneria delle strutture, in particolare l’aggiunta di fibre migliora le proprietà meccaniche, garantisce la resistenza e accresce la durabilità delle strutture.

Oggi è più che mai importante conoscere la nuova normativa nazionale, che recepisce quella europea (Eurocodici) ed introduce per chiunque operi nel settore delle costruzioni nuove ed importanti opportunità.

Tale normativa, consente l’introduzione di numerose innovazioni che vanno da nuovi materiali per le costruzioni, a soluzioni progettuali innovative, a nuove tecniche di diagnosi e di monitoraggio.

I materiali compositi appaiono particolarmente adeguati per il rinforzo strutturale per il loro basso peso specifico,

per le loro elevate caratteristiche meccaniche e per la facilità di messa in opera.

Ecco perché la partecipazione a questo corso SPECIFICO sui MATERIALI FIBRORINFORZATI risulta fondamentale

per una conoscenza COMPLETA ed APPROFONDITA. Il corso infatti affronta tutte le NUOVE TECNOLOGIE presenti sul mercato e le strategie per un loro utilizzo ottimale al fine di migliorare e garantire la sicurezza di opere infrastrutturali. Nel corso verranno affrontati gli aspetti tecnologici, di classificazione dei materiali, sarà occasione per illustrare le regole progettuali previste dalla Linee Guida e fornire tutti gli elementi per la progettazione e la verifica

di interventi di rinforzo, il tutto anche grazie all’illustrazione di una serie di esempi applicativi con riferimento sia ad interventi di rinforzo complessivi di strutture sia con riferimento all’adeguamento sismico.

UNO SCONTO SPECIALE   di € 150 è riservato in esclusiva a tutti i soci ANIDIS sulla quota di iscrizione. Il corso si terrà a Milano nei giorni 4-5-6 Ottobre 2010.

Costruire con l’acciaio in zona sismica in accordo alle normative vigenti

In occasione del convegno “L’Acciaio nelle opere di ricostruzione in Abruzzo” del 21-10-09 a Coppito (AQ), sostenuto dalla filiera delle costruzioni in acciaio in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri dell’Aquila, l’Università degli Studi di L’Aquila, il Consiglio Nazionale Ingegneri e il Consorzio Reluis, è stata preannunciata l’organizzazione di una serie di iniziative didattiche e formative dedicate a studenti universitari e professionisti aquilani.
Dopo aver portato avanti con successo l’istituzione di un nuovo corso universitario in cooperazione con l’Università dell’Aquila- Facoltà di Ingegneria, proponiamo in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri dell’Aquila ed il CNI il presente corso di aggiornamento per professionisti sulla progettazione in acciaio con le nuove normative. Il corso “Costruire con l’Acciaio in Zona
Sismica” ha come obiettivo quello di fornire una panoramica sulla progettazione delle costruzioni metalliche con particolare riferimento alle nuove Norme Tecniche delle Costruzioni ed uno specifico focus sulla progettazione in aree a forte rischio sismico.
Dal luglio 2009 le Norme Tecniche delle Costruzioni, unitamente agli Eurocodici, sono i riferimenti normativi nazionali per la progettazione strutturale. Questo recente cambiamento investe anche la progettazione strutturale delle costruzioni in acciaio. Il corso è finalizzato a presentare in modo critico e completo il quadro normativo cogente, evidenziandone le differenze con le precedenti normative ed approfondendo quegli aspetti di carattere
progettuale particolarmente innovativi, impegnativi e complessi con alto standard di sicurezza nelle costruzioni.
Il corso è articolato in 10 incontri, ognuno dei quali svolto in 4 ore di lezione. In dettaglio, nel primo blocco di 5 incontri verranno affrontate tematiche che coprono la progettazione delle costruzioni in acciaio. L’ultimo blocco, articolato
in 5 altri incontri, sarà dedicato alla progettazione in zona sismica (sia del nuovo che per l’adeguamento dell’esistente), alla progettazione per il carico di incendio ed a quella esecutiva sostenibile. Nell’ambito delle lezioni sono sempre
fatti riferimenti a casi concreti ricorrenti in modo da fornire elementi pratici di immediata applicazione professionale.

"Le analisi e gli interventi sul patrimonio edilizio esistente"

In calcestruzzo armato e muratura

Il terremoto aquilano ha, ancora una volta, evidenziato l’elevatolivello di rischio sismico che caratterizza il nostro patrimonio edilizio. Tale alto rischio sismico, oltretutto, è generalizzabile all’intero territorio nazionale, perché riconducibile, in via assolutamente generale, a carenze nelle prescrizioni normative succedutesi nel passato.

Le nuove Norme tecniche per le Costruzioni del 2008 costituiscono un tentativo moderno e unitario di rispondere all’esigenza della mitigazione del rischio sismico e, più in generale, di un maggior controllo delle costruzioni.

Ovviamente il desiderio di una reale riduzione del rischio sismico italiano non può guardare solo alle nuove costruzioni, per tale motivo, nelle NTC-08, particolare attenzione è dedicata all’edilizia esistente che, per ovvie ragioni di numerosità, costituisce il maggiore dei problemi da affrontare per ridurre il livello del rischio sismico nazionale; in particolare sono trattate le costruzioni esistenti, sia in c.a. che in muratura, illustrando le ulteriori peculiarità legate all’eventuale carattere storico-artistico.

Altro carattere innovativo delle NTC-08 risiede nell’esame delle tecniche di protezione passiva che, attraverso isolamento alla base e dissipazione d’energia, minimizzano l’entità dei danni a struttura, finiture, impianti e, dunque, l’entità del rischio sismico, come provato dai più recenti terremoti.

Il corso si propone di illustrare, anche attraverso esempi ed applicazioni reali, agli ingegneri, architetti ed operatori del settore delle costruzioni in generale, come affrontare il problema della valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in calcestruzzo armato e muratura e della scelta del sistema di adeguamento ottimale per ciascun problema specifico, fornendo gli strumenti necessari per la modellazione, analisi e verifica della costruzione nel suo complesso.

N e w s

Credits